• Accettazione tacita? Da pagare! (La rubrica TV del notaio)

    accettazioneNon si placano le proteste dei cittadini sulla accettazione tacita. E’ in corso un vero e proprio tentativo di “disobbedienza civile” da parte dei cittadini che hanno ereditato un immobile e non ci vogliono pagare nulla, ma voglio solo limitarsi ad incassare in caso di vendita. Il notaio, pur non  avendo dato il concorso per questo, si trova nella antipatica situazione di dover fare l’esattore delle tasse e riscuotere a forza una altra tassa per lo Stato. E gratis per giunta, perchè i cittadini nella loro ferrea opposizione a qualsiasi pagamento, certo non intendono pagare i costi e le spese che il notaio affronta per eseguire il loro dovere. Per fortuna il notaio è aiutato dall’acquirente che, appena si rende conto che con l’ accettazione , si sta discutendo della sua proprietà e che i venditori lottano per vendergli con meno sicurezza l’immobile si schiera dalla parte del notaio finchè il venditore, mugugnando, protestando, lanciando occhiate di odio, non cede e compie il fatidico pagamento.

    Il notaio Massimo d’Ambrosio ha già illustrato la problematica giuridica e le fonti normative e giurisprudenziali in un suo articolo, a cui ha fatto seguito un popolarissimo video sul suo canale Youtube. Ora, sull’argomento, il notaio è stato intervistato nell’ambito della nuova rubrica che  tiene su una emittente locale, Vera TV, molto nota nelle Marche e in Abruzzo.

    Vedi qui la playlist completa della Rubrica “Vera Mattina” in onda su Vera TV-Canale 79

    Seguite il video fino in fondo!

    accettazione tacita

     

    Il notaio Massimo d'Ambrosio vi informa sempre! Votalo con 5 stelle! Grazie!
    Accettazione tacita? Da pagare! (La rubrica TV del notaio) ultima modifica: 2020-06-27T10:52:20+02:00 da notaio



    Vuoi interpellare il notaio Massimo d'Ambrosio per un quesito personale?

    Accedi alla sezione quesiti



    Categoria: La rubrica TV del notaio

    Articolo precedente:

    Articolo Successivo:


    © Tutti i diritti sono riservati. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale dei contenuti inseriti nel presente blog, senza autorizzazione scritta del notaio Massimo d'Ambrosio.

    Comments are currently closed.

    8 Commenti su “Accettazione tacita? Da pagare! (La rubrica TV del notaio)

    • morfra ha detto:

      Buongiorno, riassumo la situazione. Sono intenzionato a vendere terreno agricolo, attualmente concesso in affitto. Stipulo compromesso con coltivatore diretto confinante e tramite raccomandata invio copia preliminare all’affittuario. Passano oltre 30 giorni e non ricevo alcuna raccomandata per eventuale richiesta di prelazione. Domanda: devo comunque farmi firmare la revoca alla concessione dall’affittuario? Non è già insito nel fatto che non ha risposto? Può rifiutarsi di sospendere il contratto d’affitto?
      Grazie anticipatamente.

      • notaio ha detto:

        Se l’affittuario non ha esercitato il diritto di prelazione può liberamente vendere. Ovviamente l’affittuario continuerà a condurre in affitto il terreno, anche se venduto.

    • Ginevra88 ha detto:

      Buongiorno, l’anno scorso il giudice mi ha riconosciuta unica erede dopo aver dimostrato la mia accettazione tacita all’eredita’. Il mio quesito riguarda il pagamento dell’IMU di questi beni. Devo pagare l’IMU a partire dalla data del riconoscimento di unica erede da parte del giudice ( settembre 2020) oppure a partire dalla dichiarazione di successione (agosto 2021) ? Il de cuius è morto più di 10 anni fa. Grazie.

    • Francesco Paolo OLIVA ha detto:

      Gent.mo Notaio,
      I miei genitori erano proprietari entrambi al 50% unicamente dell’appartamento in cui viveva la nostra famiglia.
      Al momento della successione del primo avvenuta nel 2001 la rispettiva quota è andata in eredità secondo successione legittima.
      Parimenti,all’atto della morte del secondo genitore(2008) anche la sua quota di proprietà è andata in successione ai tre figli.
      Ora, io e i miei due fratelli risultiamo ovviamente al Catasto proprietari di 1/3 ciascuno.
      Dato che stiamo tentando di comune accordo di vendere da tempo l’appartamento in questione(cosa che potrebbe anche non avvenire in tempi brevi, data la situazione del mercato immobiliare),vorrei chiederle se ci potrebbero essere problemi con la nota accettazione tacita dell’eredità al momento della auspicata vendita dell’immobile dato che sono passati molti anni(oltre 10) dalla data di morte dei miei genitori e non abbiamo mai provveduto a fare in precedenza alcun atto in tal senso( accettazione eredità ecc.)
      La ringrazio e rimanendo in attesa le faccio i miei più vivi complimenti.

    • arbaio ha detto:

      L’ordinanza Cassazione Civile Sez.6 n.11478 del 2021, pubblicata il 30/04/2021 Presidente Cosentino, Relatore Tedesco, afferma che la presentazione della voltura catastale costituisce accettazione tacita dell’eredità. Da ciò deriva che non è più necessario trascrivere l’accettazione tacita ?