• Auguri di Natale 2013 del notaio Massimo d’Ambrosio

          albero natale auguri notaio Massimo d'Ambrosio

     Auguri a voi tutti, frequentatori di questo blog e lettori del mio sito!

    – Questa notte abbiamo visto adagiato sulla paglia della mangiatoia un piccolo bambino e tutti ci siamo commossi perché la nascita di un bambino ci colpisce al cuore, e in special modo di un piccolo bambino al freddo e al gelo, riscaldato solo da un bue e da un asinello.

    Ma la felicità di questo giorno deve andare oltre, a pena di trasformare la ricorrenza in una occasione materiale di shopping (per quanto la crisi permetta J ).

    Molti pensano che la Passione di N.S. sia avvenuta con la crocifissione, alcuni la anticipano alla preghiera nell’orto degli ulivi, o all’ultima cena. Ho letto che altri la fanno risalire all’inizio della vita pubblica di Gesù, che non deve essere stata piacevole, se non altro per le lunghe camminate per tutta la Palestina (parla chi usa l’ascensore anche per scendere un piano!).

    Credo invece che la Passione debba essere anticipata alla nascita di N.S., al Santo Natale, perché in quel momento è iniziata storicamente la Redenzione che ci ha permesso di risollevarci dai nostri errori. Quando è nato il Bambino era consapevole, in quanto Dio, della sorte che gli sarebbe capitata nel farsi uomo, sicchè il freddo e il gelo non sono incidentali sofferenze, ma sono l’incipit della Passione di tutta la vita di N.S.

    Forse, anzi, anticiperei ancora l’inizio della Passione all’Annunciazione. La Madonna, che è parte integrante e sostanziale della Passione (perdonatemi la terminologia notarile), sia per averla vissuta in prima persona, sia per averne permesso lo svolgimento, ha iniziato la sua personale sofferenza nel momento che ciò gli è stato rivelato dall’Angelo.

    Noi tendiamo ad interpretare in senso minimale l’Annunciazione, in ciò giustificati dal significato che la parola ha nella nostra lingua. In italiano la parola “annunciazione” vuol dire “comunicazione”. Solenne, certo, ma sempre informazione unilaterale. L’Annunciazione invece non è stata così, perché essa non era una informazione alla quale la destinataria non poteva che prenderne atto, ma è stata una vera e propria domanda, una richiesta di consenso. Il fiat della Madonna è stato un accoglimento pieno della volontà di Dio. E non un accoglimento superficiale perché in quel momento la Madonna è stata edotta di ciò che sarebbe successo, era consapevole per volontà divina della spada che le avrebbe trafitto il cuore (anzi sette spade, come l’elaborazione successiva ha messo in luce!). Ecco perché penso che la Passione sia iniziata al momento della Annunciazione.

    Passione che ci da gaudio e felicità non tanto per la dolce immagine del bambinello al freddo e al gelo, come dicevo, quanto piuttosto perché in quel momento l’umanità ha avuto la chance di riscattarsi dagli errori gravanti su ciascuno per generazione corporea (e per quanto di personale poi abbiamo aggiunto).

    Certo ci vuole il nostro impegno per sollevarci: Dio non ci può salvare senza la nostra volontà liberamente esercitata, ma da oggi, dal Santo Natale, grazie alla Madonna, abbiamo questa possibilità.

    Ecco quindi il mio augurio: che cioè tutti noi afferriamo il treno che passa e non ci lasciamo sfuggire questa occasione per il nostro futuro.

    Auguri! Auguri! Auguri!

    La più bella canzone di Natale, interpretata da Luciano Pavarotti

    Auguri di Natale 2013 del notaio Massimo d’Ambrosio ultima modifica: 2013-12-25T13:35:47+00:00 da notaio



    Vuoi interpellare il notaio Massimo d'Ambrosio per un quesito personale?

    Accedi alla sezione quesiti



    Categoria: Info Notai Cattolici

    Tag:, , , , , , ,

    Articolo precedente:

    Articolo Successivo:


    © Tutti i diritti sono riservati. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale dei contenuti inseriti nel presente blog, senza autorizzazione scritta del notaio Massimo d'Ambrosio.

    Lascia un commento