• L’avviso bonario della Agenzia delle Entrate

    avviso bonarioI controlli automatizzati e formali sono trasmessi al contribuente tramite una comunicazione dell’Agenzia delle Entrate nota come Avviso Bonario. Ricevere un avviso bonario significa ricevere, da parte dell’Agenzia delle Entrate, una richiesta di pagamento a seguito di un controllo automatizzato o formale della dichiarazione dei redditi, così come previsto dagli art. 36 bis e 36 ter del DPR 600/73, o 54 bis del DPR 633/73 per le dichiarazioni IVA. Quando si riceve un avviso bonario, bisogna soprattutto verificare se la richiesta sia corretta o meno, nel caso in cui l’agenzia abbia ragione occorre tenere a mente che l’importo richiesto può essere pagato anche con rate otto trimestrali se l’importo richiesto è inferiore a euro 5.000,00, o in venti rate trimestrali se superiore, naturalmente aggiungendo l’interesse del 3,5% annuo e la sanzione del 10%. Gli avvisi bonari non vanno trascurati, in quanto in mancanza di pagamento, verrà emessa una cartella di pagamento da parte di Agenzia delle Entrate Riscossioni, cioè la ex Equitalia, perdendo il vantaggio della sanzione ridotta e esponendosi a tutti i rischi della riscossione come pignoramenti, ecc.

    Nel nuovo video della Dott.ssa Maria Angela Damiani della serie “Quando il fisco bussa alla porta” tutti i consigli al contribuente!

    Il notaio Massimo d'Ambrosio vi informa sempre! Votalo con 5 stelle! Grazie!
    [Voti: 1   Media: 5/5]
    L’avviso bonario della Agenzia delle Entrate ultima modifica: 2020-05-22T22:35:47+02:00 da notaio



    Vuoi interpellare il notaio Massimo d'Ambrosio per un quesito personale?

    Accedi alla sezione quesiti



    Categoria: Info e novità fiscali

    Articolo precedente:

    Articolo Successivo:


    © Tutti i diritti sono riservati. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale dei contenuti inseriti nel presente blog, senza autorizzazione scritta del notaio Massimo d'Ambrosio.

    Lascia un commento