• Cos’è e come si cancella l’ipoteca di una cambiale ipotecaria?

    cambiale ipotecariaLa cambiale ipotecaria non è un istituto utilizzato di frequente, soprattutto per gli elevati costi fiscali e notarili che vengono pagati dal debitore. E’ comunque utilizzata come forma importante di garanzia del pagamento di un debito e può accadere che venga utilizzata nei contratti di compravendita di immobili con pagamenti rateali o comunque dilazionati nel tempo: grazie a questo titolo il venditore sarà garantito in quanto è possibile, anche con una sola cambiale non pagata, annullare il contratto e dunque rivalersi sull’immobile ipotecato. L’ipoteca iscritta a garanzia della cambiale infatti offre la garanzia al creditore, in caso di mancato pagamento, di ottenere il pagamento prima degli altri creditori.

    Cos’è la cambiale ipotecaria

    La cambiale è un titolo di credito cartolare  (ossia un diritto di credito incorporato nel documento) che in questo caso è garantito da ipoteca su un immobile, e costituisce titolo esecutivo. L’iscrizione dell’ipoteca deve risultare da atto notarile e l’ipoteca è annotata, a cura del Conservatore dei Registri Immobiliari, sia, appunto, nei Pubblici Registri Immobiliari, che a retro del titolo stesso (cambiale).

    Conservate le cambiali pagate per la cancellazione d’ipoteca

    Ogni volta che viene pagata la somma prevista nel titolo, il creditore deve restituire la cambiale corrispondente al debitore che la deve custodire gelosamente ai fini del successivo passaggio che è la cancellazione dell’ipoteca.

    La cancellazione dell’ipoteca si effettua infatti con un altro atto notarile sottoscritto dal creditore, esibendo tutte le cambiali pagate. A questo punto il notaio espleta le formalità per la cancellazione richiedendo al Conservatore dei Registri Immobiliari di far risultare l’annotamento della cancellazione sia nei Registri Immobiliari che su tutte le cambiali ipotecarie. Ciò perché ogni singola cambiale è garantita da tutta l’ipoteca, quindi, anche se ne mancasse una sola, l’Agenzia del Territorio non potrebbe annotare la richiesta di cancellazione, e quindi emetterebbe, sicuramente, provvedimento di rifiuto.

    L’ammortamento

    Nel caso in cui il legittimo portatore della cambiale (creditore o i suoi aventi causa) ne abbia perso la disponibilità (di una o di tutte) a causa di furto, smarrimento o distruzione, può richiedere il cd. “ammortamento” ossia fare istanza al Presidente del Tribunale dove la cambiale è pagabile o al Presidente del Tribunale dove è residente l’istante per ottenere un provvedimento che dichiari l’inefficacia della cambiale smarrita, distrutta o sottratta e lo autorizzi ad ottenere il pagamento dal debitore. Anche il debitore può richiedere l’ammortamento se, dopo aver pagato la cambiale ipotecaria la smarrisce o, se la stessa è distrutta o rubata, in quanto altrimenti non gli sarebbe altrimenti possibile chiedere la cancellazione dell’ipoteca al Conservatore dei Registri Immobiliari.

    Se il creditore non è reperibile o si dichiara indisponibile a sottoscrivere l’atto notarile di assenso alla cancellazione, il debitore dovrà rivolgersi ugualmente all’Autorità Giudiziaria la quale, accertato il regolare e completo pagamento del debito, potrà ordinare che l’ipoteca venga cancellata.

    No alla Legge Bersani

    Vale la pena precisare che alla cancellazione in oggetto non può essere applicato il particolare procedimento “semplificato” di cancellazione disciplinato dall’art. 13, commi 8-sexies e seguenti, del decreto legge n. 7/2007, convertito con modificazioni dalla legge n. 40/2007 (noto come “cancellazione Bersani”), nè quando il creditore sia una Banca e l’ipoteca sui titoli sia stata iscritta a garanzia di un mutuo concesso da soggetti esercenti attività bancaria o finanziaria, nè tantomeno quanto il creditore sia un privato e non una banca.

    La cancellazione dovrà risultare quindi necessariamente da un atto notarile o (in caso di furto, smarrimento o distruzione della cambiale e/o di irreperibilità o indisponibilità del creditore) da un provvedimento del Giudice.

    notaio Massimo d’Ambrosio – Pescara

    Il notaio Massimo d'Ambrosio vi informa sempre! Votalo con 5 stelle! Grazie!
    Cos’è e come si cancella l’ipoteca di una cambiale ipotecaria? ultima modifica: 2015-05-03T00:41:50+02:00 da notaio



    Vuoi interpellare il notaio Massimo d'Ambrosio per un quesito personale?

    Accedi alla sezione quesiti



    Categoria: Info e novità notarili

    Tag:, , , , , ,

    Articolo precedente:

    Articolo Successivo:


    © Tutti i diritti sono riservati. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale dei contenuti inseriti nel presente blog, senza autorizzazione scritta del notaio Massimo d'Ambrosio.

    Lascia un commento