• Obbligo di conformità degli impianti ed atto notarile.

    conformità degli impianti ed atto notarileLe ditte installatrici di impianti (elettrici, idrosanitari, termici, gas e tutti gli altri impianti elencati del D.M. 37/2008), al termine dei lavori, devono rilasciare al committente apposite dichiarazioni di conformità degli impianti realizzati a regola d’arte, ossia conformi alla normativa in vigore all’epoca in cui gli impianti sono stati realizzati.

    La nuova normativa in materia di impianti

    Il vecchio art. 13 del D.M. 37/2008 prevedeva che in caso di trasferimento dell’immobile gli alienanti dovevano consegnare ai propri aventi causa tutta la documentazione amministrativa e tecnica relativa agli impianti nonché il libretto di uso e manutenzione, che l’atto di trasferimento doveva riportare la garanzia del venditore in ordine alla conformità degli impianti alla normativa in materia di sicurezza e che all’atto dovevano essere allegati i certificati di conformità degli impianti stessi, salvo patto contrario.
    Questa norma è stata successivamente abrogata dall’articolo 35 del D.L. 25 giugno 2008 n. 112, convertito con legge 6 agosto 2008 n. 133.

    Permane la garanzia sugli impianti

    Nonostante l’abrogazione si ritiene tuttavia che il venditore debba consegnare all’acquirente tutta la documentazione tecnica ed amministrativa relativa agli impianti comprese le dichiarazioni di conformità ed il libretto di uso e manutenzione in quanto la conformità degli impianti (in relazione alla normativa tecnica al momento della realizzazione) rientra comunque nella generica garanzia per vizi della cosa venduta.

    Il venditore è sempre tenuto, salvo patto contrario, a garantire che il bene sia immune da vizi ed è inoltre chiamato a rispondere dei danni subiti dall’acquirente a causa della non conformità alle norme di sicurezza degli impianti di dotazione dell’immobile venduto.

    Nessuna dichiarazione nell’atto di acquisto

    Anche se non vi è nessun obbligo di riportare alcuna dichiarazione nell’atto notarile in ordine alla conformità o meno degli impianti alla normativa vigente al momento della costruzione, è opportuno che le parti ne regolamentino gli aspetti, soprattutto nel caso in cui gli impianti non siano conformi e quindi sia intenzione delle parti escludere la relativa garanzia.

    La conformità o meno degli impianti alla normativa di sicurezza comunque non incide assolutamente sulla validità dell’atto di trasferimento, nè sulla commerciabilità giuridica dell’immobile, semmai sul valore economico dello stesso. A maggior ragione non incide il silenzio sul fatto nel testo degli atti notarili.

    È quindi solo opportuno indagare la volontà delle parti, soprattutto nel caso in cui gli impianti non siano conformi, in quanto l’acquirente potrà pretendere la messa a norma degli impianti stessi, ovvero accettare l’immobile anche con impianti non conformi, assumendo a proprio carico l’onere dell’adeguamento, tenendone, ovviamente, conto nella determinazione del prezzo.

    In quest’ultimo caso la garanzia del venditore andrà espressamente esclusa in atto. Rientra infatti nell’autonomia contrattuale delle parti la possibilità di escludere parzialmente o completamente la garanzia da parte del venditore.

    notaio Massimo d’Ambrosio

    Cosa ne pensi dell’obbligo di conformità degli impianti? L’articolo ti è stato utile? L’hai trovato interessante? Condividilo sui tuoi social e commentalo con le tue idee o proponi le tue richieste di chiarimento qui di seguito!

    Obbligo di conformità degli impianti ed atto notarile. ultima modifica: 2018-01-26T12:56:03+00:00 da notaio



    Vuoi interpellare il notaio Massimo d'Ambrosio per un quesito personale?

    Accedi alla sezione quesiti



    Categoria: Info e novità notarili

    Articolo precedente:

    Articolo Successivo:


    © Tutti i diritti sono riservati. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale dei contenuti inseriti nel presente blog, senza autorizzazione scritta del notaio Massimo d'Ambrosio.

    4 Commenti su “Obbligo di conformità degli impianti ed atto notarile.

    Lascia un commento