• A Roma il consiglio direttivo della associazione notai cattolici

    d'ambrosio notaio cattolici (1)Si  è tenuto a Roma presso la sede del locale Consiglio Notarile il primo Consiglio Direttivo dell’Associazione Italiana notai cattolici, aperto anche ai delegati delle singole regioni italiane.

    Nella riunione, a cui hanno partecipato i rappresentanti delle Associazioni Cattoliche delle altre professioni, si sono esaminati i numerosi argomenti all’ordine del giorno, decidendo le basi per l’avvio dei primi progetti elaborati e condivisi da Notai membri dell’Associazione.
    L’Associazione, costituitasi ad Assisi lo scorso aprile 2014, e che ha elaborato i suoi aspetti dottrinali nel primo convegno nazionale tenutosi sempre ad Assisi nello scorso mese di maggio, ha varato le prime iniziative partendo dalla relazione dei singoli delegati regionali che hanno riferito l’entusiasmo con il quale è stata accolta nelle diverse realtà locali la costituzione dell’Associazione.
    Il Consiglio Direttivo dei Notai Cattolici ha deciso di dare la massima attenzione ai progetti per il sociale, emblematico trait d’union tra il mondo notarile e quello cattolico.

    Carceri, parrocchie, scuole e Università

    Si partirà quindi con servizi di assistenza nelle carceri e nelle parrocchie, e, a livello formativo, sarà avviata nelle scuole superiori e nelle Università un’attività informativa sul ruolo del Notaio.
    Con tali progetti l’Associazione mira, da un lato, a mettere a disposizione anche dei cittadini meno abbienti la professionalità e la competenza dei Notai, pronti a fornir loro assistenza giuridica, e dall’altro ad illustrare ai più giovani in che consiste oggi la professione notarile, nonché le ragioni della esistenza di una figura competente e super partes.

    Commissioni di studio

    Il Consiglio Direttivo ha inoltre istituto due commissioni di studio permanenti delle quali la prima incentrerà il suo lavoro sullo studio di tematiche di interesse notarile e cattolico, mentre l’altra avrà il compito di studiare ed approfondire situazioni e soluzioni in un’ottica de iure condendo.
    Il Consiglio Direttivo ha inoltre deciso altre iniziative tra le quali l’istituzione di una borsa di studio per i ragazzi meritevoli e meno fortunati decisi a intraprendere gli studi notarili, e la istituzione di uno spazio periodico dedicato sui quotidiani locali, ove sarà possibile interrogare i professionisti su quesiti giuridici di interesse notarile, nonché il gemellaggio continuativo con altre associazioni di professionisti cattolici.
    A distanza di soli tre mesi dalla costituzione l’Associazione Notai Cattolici ha già conquistato il favore dell’opinione pubblica con la promozione di iniziative volte all’avvicinamento del Notaio alla cittadinanza, raccogliendo l’invito rivolto a tutti dal Santo Padre.   (dal comunicato stampa del Consiglio Direttivo)

    notaio Massimo d’Ambrosio – Pescara

    notai cattolici

    [Voti: 0    Media Voto: 0/5]
    A Roma il consiglio direttivo della associazione notai cattolici ultima modifica: 2014-07-24T12:34:38+00:00 da notaio



    Vuoi interpellare il notaio Massimo d'Ambrosio per un quesito personale?

    Accedi alla sezione quesiti



    Categoria: Info Notai Cattolici

    Articolo precedente:

    Articolo Successivo:


    © Tutti i diritti sono riservati. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale dei contenuti inseriti nel presente blog, senza autorizzazione scritta del notaio Massimo d'Ambrosio.

    Lascia un commento