• Copia autentica di pagina web

    webIl Consiglio Nazionale del Notariato, con lo studio n.7/2007/i.g. che riportiamo integralmente in fondo al presente scritto, ha esaminato con attenzione gli aspetti giuridici e le modalità operative per il rilascio di copia autentica di pagina web.
    Non si vuole qui entrare nel merito delle osservazioni che comunque chi scrive condivide pienamente.
    È infatti lecito e possibile rilasciare una copia conforme notarile di una pagina web, purché si riesca a compiere l’operazione nell’ambito dei confini dell’attività notarile di rilascio copie, individuando tutti gli elementi per “fissare” in un dato momento storico che cosa sia presente sul web.
    Ciò, naturalmente, esclude praticamente almeno per ora la possibilità di rilascio di copie per tutti quei contenuti che non siano facilmente riportabili su carta.
    È ben vero che teoricamente sussiste la possibilità del rilascio di una copia esclusivamente digitale, ma questa copia a mio avviso non potrà che essere la traduzione “digitale” di un contenuto che possa essere altrimenti stampato.

    La copia di dati dinamici

    Poiché la copia notarile deve fissare illimitatamente nel tempo un determinato contenuto che è soggetto a variazione e a continue modifiche (ed anche a cancellazioni) risulta di conseguenza non agevole “fissare” delle informazioni di carattere dinamico. Mi riferisco, ad esempio, a filmati o immagini in movimento tipo  un file multimediale che non può certo essere trasposto dal notaio in un dvd che contenga anche la certificazione notarile di conformità: la facile manipolabilità del dvd su cui il notaio ha riportato il contenuto del file multimediale richiederebbe  necessariamente che il notaio conservi ai suoi atti anche un documento “originale” su cui fare un raffronto alla bisogna.
    Nel caso in cui l’originale del file multimediale presente nella pagina web fosse cancellato o modificato, troppo facile sarebbe cancellare o modificare anche le informazioni multimediali che il notaio ha inserito direttamente in un suo dvd, sicché la validità della copia potrà acquisire la sua funzione solamente se sarà possibile rapportarla indefinitivamente a un “originale” conservato dal notaio nei propri atti.
    Con tutte le conseguenze fiscali del caso.

    La copia di dati statici

    Più semplice, e con minori rischi, almeno concettualmente, la copia di una pagina web avente un contenuto statico.
    Il notaio dovrà avere cura di stampare su supporto cartaceo tutto quanto gli appaia sulla schermata, ivi comprese tutte le pagine secondarie, a cui la pagina principale rinvia attraverso un link.
    Una volta stampato tutto il materiale e verificata la conformità del materiale stampato con quello che appare dal web, il notaio potrà apporre la sua certificazione corredandola ovviamente di tutte le indicazioni del caso che troverete dettagliatamente elencate nello studio che vi presentiamo: primo tra tutti l’url della pagina principale e delle pagine secondarie, nonché un verbale contenente la descrizione delle operazioni effettuate, con il giorno e l’ora in cui esse sono effettuate.
    Come la esperienza pratica ha dimostrato si tratta, nonostante la semplicità concettuale della ipotesi della copia statica, di un’operazione lunga e complessa, anche nella ipotesi cartacea, che obbliga il notaio alla esecuzione di un lavoro che si protrae ben oltre i tempi necessari per una ordinaria copia autentica, e che lo espone, se non compiuta con la dovuta e attenta precisione anche a responsabilità civili non indifferenti.

    notaio Massimo d’Ambrosio – Pescara

    copia pagina web

    Ingrandire per scaricare…..

     

    Copia autentica di pagina web ultima modifica: 2014-10-14T09:18:22+00:00 da notaio



    Vuoi interpellare il notaio Massimo d'Ambrosio per un quesito personale?

    Accedi alla sezione quesiti



    Categoria: Info e novità notarili

    Tag:, , , , , , , ,

    Articolo precedente:

    Articolo Successivo:


    © Tutti i diritti sono riservati. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale dei contenuti inseriti nel presente blog, senza autorizzazione scritta del notaio Massimo d'Ambrosio.

    Lascia un commento