• Quanto costa un preliminare notarile registrato e trascritto?

    preliminare notarile notaio massimo d'ambrosioAl preliminare notarile di compravendita registrato e trascritto si applicano l’imposta di Registro in misura fissa pari ad Euro 200, più, eventualmente, lo 0,50% sulle somme date a titolo di caparra ed il 3% sulle somme date a titolo di acconto prezzo; l’imposta ipotecaria fissa di Euro 200; l’imposta di bollo di Euro 155 e la tassa ipotecaria di Euro 35

    L’imposta pagata per la caparra (0,50%) e per gli acconti (3%) può essere recuperata in sede di stipula del contratto definitivo di compravendita portandola direttamente in detrazione dell’imposta di registro dovuta per lo stesso atto.

    A queste imposte vanno aggiunte le spese notarili e l’onorario notarile per la redazione dell’atto che è un atto pubblico a tutti gli effetti.

    Maggior costo ma maggior sicurezza

    E’ vero che il preliminare di compravendita registrato e trascritto ha sicuramente un costo maggiore rispetto alla semplice scrittura privata tra le parti registrata presso l’Agenzia delle Entrate, ma non bisogna sottovalutare i numerosi vantaggi che se ne possono trarre in termini di garanzie.

    Innanzitutto il codice civile prevede che la trascrizione di un preliminare di compravendita anticipa gli effetti della trascrizione del contratto definitivo, nel senso che la trascrizione dell’atto di compravendita prevale sulle trascrizioni ed iscrizioni pregiudizievoli eseguite contro il promittente venditore dopo la trascrizione del contratto preliminare. Inoltre la legge fallimentare prevede che non sono soggetti all’azione revocatoria, tra l’altro, le vendite ed i preliminari di vendita trascritti, i cui effetti non siano cessati, conclusi a giusto prezzo, ed aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo, destinati a costituire l’abitazione principale dell’acquirente o di suoi parenti e affini entro il terzo grado, ovvero immobili ad uso non abitativo destinati a costituire la sede principale dell’attività d’impresa dell’acquirente.

    Utile, opportuno e a volte essenziale

    Io personalmente lo ritengo sempre utile ma addirittura essenziale quando il venditore è un soggetto fallibile, o quando vengono date ingenti somme al preliminare senza avere la proprietà dell’immobile, o quando viene contestualmente trasferito il possesso. E’ opportuno sempre in tutti gli altri casi per evitare aggressioni da parte di terzi ignari, in buona o mala fede, della trattativa intercorsa tra le parti.

    [Voti: 0    Media Voto: 0/5]
    Quanto costa un preliminare notarile registrato e trascritto? ultima modifica: 2014-07-05T23:45:10+00:00 da notaio



    Vuoi interpellare il notaio Massimo d'Ambrosio per un quesito personale?

    Accedi alla sezione quesiti



    Categoria: Quanto costa un notaio

    Tag:, , , , , ,

    Articolo precedente:

    Articolo Successivo:


    © Tutti i diritti sono riservati. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale dei contenuti inseriti nel presente blog, senza autorizzazione scritta del notaio Massimo d'Ambrosio.

    4 Commenti su “Quanto costa un preliminare notarile registrato e trascritto?

    • lele.manu ha detto:

      G.lissimo notaio D’Ambrosio, io e mia moglie stiamo valutando di acquistare la prima casa da impresa costruttrice tramite agenzia immobiliare e con una concessione del mutuo al 100%, parliamo di un costo dell’immobile pari a 125.000€, potrebbe dirmi ad occhio e croce tra spese notarili, iva, parcella agenzia a quale spesa potrei andare incontro?
      Sarebbe graditissima una sua cortese risposta.
      La ringrazio e saluto cordialmente

      • notaio ha detto:

        Impossibile. Molti dimenticano che i costi notarili sono rappresentati al 95% da tasse. E sono complesse da calcolare, nel senso che bisogna valutare molte variabili. Per calcolare la spesa devi andare con pazienza dal notaio di cui hai fiducia e dargli tutte le informazioni necessarie che ti chiederà.
        P.AS.: attenzione al c.d. mutui al 100%. Sono proibiti dalla legge, che pone il tetto massimo della finanziabilità all’80%

    Lascia un commento