• Ho diritto al beneficio della agevolazione prima casa?

    la firma del notaio Massimo d'Ambrosio alla costituzione dell'AINC Nonostante la semplicità della questione ancora ci sono dubbi sulla ricorrenza del diritto alla agevolazione prima casa. Forse per la grande quantità di notizie che rendono difficile una lettura semplice della norma.  Premesso che mi riferisco alle agevolazioni per le imposte indirette dell’acquisto (ci sono infatti tante altri concetti di “prima casa” per l’energia elettrica, per il gas e per quant’altro) voi dovrete solo dichiarare sotto la vostra responsabilità al notaio al momento del vostro acquisto di casa solo tre cose molto semplici. E cioè:

    1 – di avere la residenza nel Comune in cui è sito l’immobile acquistato  o di impegnarvi a trasferire  la residenza, sempre nel Comune, entro 18 mesi dall’acquisto (il mancato trasferimento della residenza entro tale termine comporterà la decadenza delle agevolazioni). Attenzione: nel Comune, non nella casa che acquistate!

    Questo requisito non è richiesto per gli appartenenti alle forze di polizia ad ordinamento civile e militare, nè per i cittadini italiani residenti all’estero ed iscritti all’A.I.R.E. (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero). Possono tuttavia usufruire delle agevolazioni anche coloro che non hanno la residenza nel Comune e non possano trasferircela,  purchè svolgano la propria attività lavorativa nel Comune in cui è sito l’immobile acquistato se lì vi sia la sede dell’attività, o se trasferiti all’estero per motivi di lavoro.

    2 – di non essere titolari, in esclusiva o in comunione con il (solo) coniuge, dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, e abitazione, di altra casa di abitazione nello stesso Comune. Pertanto non sono ostative alla concessione delle agevolazioni nè la comunione con altri che non sia il coniuge,  nè la titolarità del solo diritto di nuda proprietà di altra casa di abitazione nello stesso Comune;

    3 – di non essere titolari, stavolta neppure per quote, su tutto il territorio nazionale, dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e stavolta anche della nuda proprietà su altra casa di abitazione acquistata usufruendo delle suddette agevolazioni. Non è invece ostativo il precedente acquisto agevolato per successione o donazione, ossia con un atto a titolo gratuito.

    Il secondo e terzo requisito trovano un’eccezione nel caso in cui l’acquirente sia già titolare di altra casa di abitazione e voglia acquistare altra abitazione usufruendo delle agevolazioni al fine di ampliare la propria casa, purchè le due unità vengano fuse in un unico appartamento, anche catastalmente.

    Le agevolazioni in esame spettano anche per l’acquisto delle pertinenze (box, posto auto, cantine) sia se acquistate contemporaneamente all’appartamento, sia se acquistate con atto successivo separato, ma limitamente ad una sola pertinenza per ogni categoria catastale.

    Tutte queste dichiarazioni devono essere rese nell’atto di acquisto ed i requisiti devono essere mantenuti per almeno 5 anni dall’acquisto, pena la decadenza dalle agevolazioni stesse!

    notaio Massimo d’Ambrosio – Pescara

    notaio massimo d'ambrosio Pescara - stipula

    Ho diritto al beneficio della agevolazione prima casa? ultima modifica: 2014-10-16T23:40:49+00:00 da notaio



    Vuoi interpellare il notaio Massimo d'Ambrosio per un quesito personale?

    Accedi alla sezione quesiti



    Categoria: Info e novità fiscali

    Tag:, , , , , ,

    Articolo precedente:

    Articolo Successivo:


    © Tutti i diritti sono riservati. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale dei contenuti inseriti nel presente blog, senza autorizzazione scritta del notaio Massimo d'Ambrosio.

    5 Commenti su “Ho diritto al beneficio della agevolazione prima casa?

    Lascia un commento