• D.L. 179/2012 : senza tasse le cessioni delle start-up innovative

    esenzione bolli startup innovativeIl legislatore negli articoli da 25 a 32 contenuti nella sezione IX del D. L. 179/2012 ha individuato una serie di regole finalizzate a «favorire la crescita sostenibile, lo sviluppo tecnologico, la nuova imprenditorialità e l’occupazione, in particolare giovanile, con riguardo alle imprese start-up innovative», riconoscendo a dette imprese il godimento di una serie di agevolazioni fiscali previste dalla legge ed esplicate in dettaglio dall’Agenzia delle Entrate nella circolare 16/E/2014.

    Per sostenere l’impresa «start-up innovativa», il legislatore ha introdotto la figura dell’ incubatore certificato, che consiste in una società di capitali, costituita anche in forma cooperativa, di diritto italiano o una societas europaea residente in Italia, che offre servizi per sostenere sia operativamente, sia finanziariamente ed in modo non esclusivo, la nascita e la crescita di queste nuove aziende, mettendo a disposizione dell’impresa attrezzature, locali ed ogni altro mezzo strumentale, nonché pubblicizzandola agli investitori.

    Presupposto essenziale affinché l’impresa possa qualificarsi come start-up innovativa e così beneficiare delle agevolazioni previste dalla legge è che sia iscritta nella sezione speciale del Registro delle Imprese riservata alle start-up innovative e che possieda i requisiti elencati nel D. L. 179/2012.

    Con il D. L. 3/2015 sono state introdotte importanti novità, tra le quali l’estensione di numerose misure previste per le start-up innovative a favore delle c.d. PMI innovative (piccole e medie imprese) che operano nel campo dell’innovazione tecnologica; inoltre, è stata consentita la negoziazione di quote di imprese innovative in forma di società a responsabilità limitata da parte di intermediari abilitati; infine, è stato esteso da quattro a cinque anni il periodo nel quale una società può conservare la qualifica di start-up innovativa, con la possibilità altresì di stipulare l’atto costitutivo e le successive modifiche utilizzando un modello uniforme da sottoscrivere con firma digitale.

    La principale novità riguarda l’estensione dell’esonero della imposta di bollo e dai diritti camerali di segreteria a tutti gli atti depositati; per ridurre gli oneri per l’avvio dell’attività di impresa, a partire dall’iscrizione nella Sezione Speciale del Registro delle Imprese, le start up innovative e gli incubatori certificati sono “esonerati dal pagamento della imposta di bollo e dai diritti di segreteria”  dovuti per gli adempimenti relativi alle iscrizioni nel Registro delle Imprese, nonché dal pagamento del «diritto annuale» in favore delle Camere di Commercio.

    Inoltre, l’Agenzia delle Entrate con circolare n. 16/E ha stabilito che l’esonero dal versamento dell’imposta di bollo debba essere inteso come di carattere generale e, dunque, relativo a tutti gli atti  posti in essere dopo l’iscrizione nel Registro delle Imprese.

    Tuttavia, siffatta agevolazione è applicabile fino al momento in cui la start up o l’incubatore saranno in possesso dei requisiti imposti dalla norma per il conseguimento di tale status e, comunque, non oltre il quarto anno dall’iscrizione nella Sezione Speciale.

    Ne consegue che la perdita dei requisiti o il difetto del deposito della dichiarazione che attesta la sussistenza dei requisiti stessi comporta la cancellazione d’ufficio dalla Sezione Speciale del Registro delle Imprese, con il conseguente obbligo di versamento di quanto dovuto ai fini dell’imposta di bollo o di segreteria.

    notaio Massimo d’Ambrosio

     

    L’articolo ti è stato utile? Segui il notaio sulla sua pagina Facebook!

    [Voti: 3    Media Voto: 5/5]
    D.L. 179/2012 : senza tasse le cessioni delle start-up innovative ultima modifica: 2018-09-29T11:49:53+00:00 da notaio



    Vuoi interpellare il notaio Massimo d'Ambrosio per un quesito personale?

    Accedi alla sezione quesiti



    Categoria: Info e novità per società

    Articolo precedente:

    Articolo Successivo:


    © Tutti i diritti sono riservati. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale dei contenuti inseriti nel presente blog, senza autorizzazione scritta del notaio Massimo d'Ambrosio.

    Lascia un commento