• Il notaio e il POS (Point of sale)

    pos per i notaiNon voglio entrare nel dibattito relativamente alla obbligatorietà del POS per i professionisti, alle date di decorrenza dell’obbligo, e alle sanzioni per chi non ottempera (che sembra che al momento in cui scrivo questo articolo – 24.9.2014 – non ci siano).

    Probabilmente il primo notaio ad adottare il POS

    Infatti, a costo di andare contro corrente, voglio qui affermare che a me il POS piace,  tant’è che credo di essere stato il primo notaio di Italia ad adottarlo, ben 12 anni fa, era il 2002-2003.    Mi piace perché è un sistema che da sicurezza nel pagamento, rapidità nella transazione,  efficienza nello spostamento del danaro e, perché no, mi piace dal punto di vista estetico perché ritengo che quell’apparecchietto con i suoi tastini e le sue lucine colorate e graziose si coordina bene con il mio studio notarile ipertecnologico. Tant’è che, come potrete vedere dalla foto sottostante, ho scelto il POS secondo il colore che si abbinava di più al mio arredamento.
    Il problema è che 12 anni fa, quando misi il POS nel mio studio notarile dovetti combattere una strenua battaglia nei confronti dei clienti che non volevano assolutamente saperne, perdendola clamorosamente, sicchè dopo 8-9 anni che il POS giaceva inutilizzato sul bancone della reception mi sono deciso a toglierlo per risparmiare sulle spese bancarie.
    Ora però che il POS è diventato obbligatorio, e che anche a livello mediatico è conosciuto come strumento di pagamento dei professionisti, certamente – mi sono detto – la situazione cambierà e finalmente potrò adoperarlo. Mi sono così affrettato anche prima della recente scadenza di legge, a reinstallare nuovamente il POS sul bancone dell’ingresso del mio ufficio.
    Debbo però constatare però, anche se il periodo limitato di tempo dalla seconda installazione non costituisce fattore certo ai fini statistici,  che l’atteggiamento del cliente per ora non è cambiato. Il problema è, a mio avviso, che negli studi notarili non esistono pagamenti di media entità: o vi sono pagamenti infinitesimali, per i quali si usano contanti, oppure vi sono pagamenti rilevanti che non si conciliano con la filosofia e i limiti del POS.

    I clienti lo adopereranno?

    Si sappia comunque che io ho iniziato una mia battaglia per convincere qualche cliente ad adoperarlo. Proprio l’altro ieri credevo di aver ottenuto il primo successo con un cliente che, poco prima aveva espresso il suo apprezzamento su tale modalità di pagamento.
    Sennonché, da me sollecitato, al momento fatidico di usare la macchinetta, mi ha candidamente dichiarato: “Caro notaio, io preferisco darle un assegno, perché devo pagarle 3.500 euro, e la mia carta di credito non è abilitata fino a questo valore, e, comunque, anche se fosse abilitata, non potrei utilizzarla perché nel mio conto corrente 3.500 euro non ci sono”.
    La mia delusione è stata forte, ma comunque ho apprezzato l’istruttiva conversazione, perché, recepita questa solenne e sincera dichiarazione da parte del cliente, non ho accettato neppure l’assegno, e non ho neppure più stipulato l’atto in quel momento, rinviandolo ad una data successiva.

    Il libretto di istruzioni

    Quando finalmente riuscirò a convincere qualcuno ad utilizzare il POS come pagamento, l’apparecchio funzionerà? Le spiegazioni per l’utilizzo del POS in studio le abbiamo già dimenticate tutte, e non abbiamo mai fatto una prova: non mi rimane, a questo punto, che farmi un pagamento da solo da un mio conto ad un altro mio conto, ma ne sono trattenuto per una questione di principio in quanto mi secca essere costretto magari ad auto fatturarmi e pagare le tasse per quello che sarebbe esclusivamente un auto pagamento!
    Sopravviverà questa volta il POS a queste banali considerazioni della realtà di fatto che, comunque, il legislatore – ormai scollato dalla realtà del Paese – ignora, come ha sempre ignorato?

    notaio Massimo d’Ambrosio – Pescara

    pos del notaio Massimo d'ambrosio

    Il POS del notaio Massimo d’Ambrosio

    [Voti: 0    Media Voto: 0/5]
    Il notaio e il POS (Point of sale) ultima modifica: 2014-09-24T14:05:52+00:00 da notaio



    Vuoi interpellare il notaio Massimo d'Ambrosio per un quesito personale?

    Accedi alla sezione quesiti



    Categoria: Info e novità fiscali

    Tag:, , , , , ,

    Articolo precedente:

    Articolo Successivo:


    © Tutti i diritti sono riservati. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale dei contenuti inseriti nel presente blog, senza autorizzazione scritta del notaio Massimo d'Ambrosio.

    Lascia un commento