• Potenziato con 6 nuovi collaboratori lo studio del notaio Massimo d’Ambrosio

    Il mondo si evolve rapidamente. La nostra società è completamente diversa, e  non certo solo da quella del dopoguerra ma anche da quella di dieci anni fa.

    Basti pensare all’ enorme e rapidissimo sviluppo digitale, alle incredibili frontiere della comunicazione via Internet.

    Tutto ciò deve comportare modifiche e cambiamenti nel modo di offrire servizi alla clientela da parte di uno studio professionale.

    L’ufficio del notaio Massimo d’Ambrosio è sempre stato all’avanguardia per l’efficienza e la modernità dei suoi servizi: basti pensare alla presenza dello studio su internet premiata con milioni di visite e visualizzazioni.

    Nell’ottica della ricerca di sempre  più avanzati traguardi per il servizio nei confronti della clientela ecco che è stato necessario potenziare  lo staff dell’ufficio. Il notaio Massimo d’Ambrosio in pochi mesi ha proceduto alle assunzioni di ben 6 nuovi collaboratori che abbiamo l’onore ora di presentarvi nella foto a corredo di questo articolo.

    Si tratta di Annalia, Manuel, Andrea, Ettore, Carlo e Serena che si aggiungono allo Staff già presente, e che i clienti già conoscono, per dare un servizio sempre migliore nei confronti del cittadino, nell’ottica della pubblica funzione che il notaio non si dimentica di rappresentare.

    Congratulazioni e auguri ai nuovi collaboratori!

     

    Notaio Massimo d’Ambrosio

    Il notaio Massimo d'Ambrosio vi informa sempre! Votalo con 5 stelle! Grazie!
    [Voti: 41    Media Voto: 5/5]
    Potenziato con 6 nuovi collaboratori lo studio del notaio Massimo d’Ambrosio ultima modifica: 2019-05-15T20:48:28+02:00 da notaio



    Vuoi interpellare il notaio Massimo d'Ambrosio per un quesito personale?

    Accedi alla sezione quesiti



    Categoria: Tutto sul Notaio d'Ambrosio

    Articolo precedente:

    Articolo Successivo:


    © Tutti i diritti sono riservati. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale dei contenuti inseriti nel presente blog, senza autorizzazione scritta del notaio Massimo d'Ambrosio.

    Lascia un commento