• Cos’è e a che serve il preammortamento di un mutuo?

    iphone 327Quasi tutti mutui sono caratterizzati da un limitato periodo iniziale in cui si rimborsano solo gli interessi ma non il capitale, detto per questo preammortamento, e salvo eccezioni, il tasso applicato per il periodo di preammortamento è solitamente quello utilizzato per il mutuo.

    Motivi tecnici e contabili

    La ragion d’essere del preammortamento può essere quella tecnica e contabile di allineamento delle scadenze delle rate dei mutui (preammortamento tecnico). Ad esempio,   stipulando un contratto di mutuo il giorno 15 del mese di gennaio, se non venisse applicato un periodo di preammortamento tutte le rate scadrebbero il giorno 15 dei mesi successivi.  Ma ogni Banca fa partire l’ammortamento del mutuo nello stesso giorno, ad esempio il primo del mese, indipendentemente dalla data di stipula. Quindi tornado all’esempio sopra fatto di stipula del mutuo il 15 gennaio, la Banca applicherà gli interessi di preammortamento dal 15 gennaio e fino al 1° febbraio, data in cui comincia effettivamente il rimborso del mutuo. Ecco perchè solitamente la prima rata di mutuo è più alta delle altre, in quanto comprende anche gli interessi di preammortamento maturati dalla data di stipula del mutuo alla data di inizio del periodo di ammortamento. Se il mutuo è mensile il preammortamento tecnico comporta il pagamento di modici interessi mentre se è semestrale può costituire un grosso esborso. Pensate, un mutuo stipulato i primi di luglio la cui prima rata scadrà a fine dicembre, ebbene per questo tipo di operazione si dovranno pagare quasi sei mesi di interessi di preammortamento tecnico!

    Il preammortamento finanziario

    Diverso è invece il preammortamento finanziario di un mutuo dove il periodo di preammortamento è molto più lungo (fino a 5 anni). Si utilizza, ad esempio, per i mutui edilizi concessi alle imprese costruttrici o anche ai privati non per acquisto ma per costruzione o ristrutturazione e cioè a stato di avanzamento lavori (SAL). In questi casi la Banca non eroga subito l’intera somma ma la eroga in varie tranches o step in base allo stato di avanzamento dei lavori. In tali casi le rate sono sicuramente più basse per i primi anni del mutuo proprio perchè composte di soli interessi mentre il rimborso del capitale (cioè l’ammortamento) comincia solo dopo l’erogazione dell’ultima tranche che potrebbe avvenire anche dopo parecchi anni e, quindi, il preammortamento rappresenta sicuramente un aggravio di spesa per nulla indifferente. Il preammortamento del mutuo a SAL agevola il debitore che inizialmente paga delle rate più basse ma tutela soprattutto la Banca la quale, in mancanza di altre garanzie, non eroga la somma per intero, ma, appunto, aspetta che, ad es., il fabbricato venga realizzato e quindi versa una sorta di prefinanziamento ogni volta che si raggiungono determinati fasi della costruzione.

    notaio Massimo d’Ambrosio

    Cosa ne pensi dell’argomento? Ti è stato utile? L’hai trovato interessante? Condividilo sui tuoi social e commentalo con le tue idee o proponi le tue richieste di chiarimento qui di seguito!

    Cos’è e a che serve il preammortamento di un mutuo? ultima modifica: 2015-12-11T22:52:56+00:00 da notaio



    Vuoi interpellare il notaio Massimo d'Ambrosio per un quesito personale?

    Accedi alla sezione quesiti



    Categoria: Info e novità immobiliari

    Articolo precedente:

    Articolo Successivo:


    © Tutti i diritti sono riservati. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale dei contenuti inseriti nel presente blog, senza autorizzazione scritta del notaio Massimo d'Ambrosio.

    2 Commenti su “Cos’è e a che serve il preammortamento di un mutuo?

    • drmax ha detto:

      Salve,
      in caso di estensione del periodo di preammortamento finanziario concesso ad un’impresa, la banca può modificare, in caso di concessione, il tasso di riferimento, aumentando lo spread o spostandosi ad un tasso fisso contro un originario tasso variabile?
      Grazie
      Saluti

    Lascia un commento