• La prelazione agraria (La rubrica TV del notaio)

    prelazione agrariaNonostante la prelazione agraria sia un argomento datato ancora non se ne riescono a comprendere i tratti essenziali.  Permangono equivoci ed incomprensioni su chi ne abbia diritto e quali requisiti debba avere, su come notificare il contratto preliminare e quali informazioni dare all’avente diritto, e su quali sono le conseguenze negative in caso di violazione dei diritti in tema di prelazione agraria. Senza pensare poi alla perdurante idea che basti assicurarsi la rinuncia del confinante o dell’avente diritto vergata frettolosamente su di un foglietto per vivere tranquili e felici.

    Il notaio Massimo d’Ambrosio in questa puntata della sua rubrica TV andata in onda il 10.6.2020 su Vera TV – Canale 79 chiarisce al pubblico in maniera semplice ed inequivocabile gli aspetti principali dell’Istituto. Per un approfondimento tecnico vi suggeriamo di leggere un articolo pubblicato dal notaio su questo stesso blog! Importante anche la problematica della prelazione agraria in caso di vendita in blocco di terreni e case.

    Vedi il video!

     

    Il notaio Massimo d'Ambrosio vi informa sempre! Votalo con 5 stelle! Grazie!
    La prelazione agraria (La rubrica TV del notaio) ultima modifica: 2020-06-11T19:59:26+02:00 da notaio



    Vuoi interpellare il notaio Massimo d'Ambrosio per un quesito personale?

    Accedi alla sezione quesiti



    Categoria: La rubrica TV del notaio

    Articolo precedente:

    Articolo Successivo:


    © Tutti i diritti sono riservati. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale dei contenuti inseriti nel presente blog, senza autorizzazione scritta del notaio Massimo d'Ambrosio.

    6 Commenti su “La prelazione agraria (La rubrica TV del notaio)

    • Moretti Giovanni ha detto:

      Ottimo video e chiarimento. BRAVO

    • Moretti Giovanni ha detto:

      Ottimo articolo e partecipazione televisiva. Avrei una domanda a completamento. Dopo aver venduto il terreno ad un coltivatore diretto il contratto d’affitto in essere prima della vendita (non avendo l’affittuario esercitata la prelazione) scade ?rimane in carico al nuovo proprietario ? In che termini ? Sempre 15 anni anche quando il nuovo proprietario coltivatore diretto vuole lavorlo lui ?

    • Guglielmo ha detto:

      Buongiorno Notaio,
      ho sottoscritto un contratto preliminare di compravendita per un terreno agricolo, una condizione impostami dal proprietario era quella di accettare di acquistarlo nella consapevolezza che il fondo era stato coltivato da un coltivatore diretto e con lo stesso si sarebbe dovuto stipulare un contratto di affitto della durata di 15 anni, cosa che ho accettato in quanto a mio parere ne valeva la pena.
      Il contratto di affitto del fondo al coltivatore diretto è stato sottoscritto e registrato.
      Il compromesso è stato notificato al proprietario confinante (imprenditore agricolo professionale), che però non coltiva direttamente il suo terreno, ma lo ha affittato ad una società agricola di persone dove lui stesso è socio con un contratto registrato che scadrà nel 2025
      Quest’ultimo, ha inviato una raccomandata al venditore con la quale richiede di voler esercitare il diritto di prelazione, accettando tutti gli impegni presenti nel contratto preliminare da me sottoscritto.
      Il confinante ha diritto di prelazione?
      Grazie

      • notaio ha detto:

        La circostanza che il terreno sia stato concesso in affitto ad un coltivatore diretto fa venir meno la prelazione del confinante; laddove non sia spirato il termine biennale, perché venga meno la prelazione del confinante è necessario che l’affitto non abbia un carattere di precarietà.In tal caso il diritto di prelazione spetta anche al coltivatore diretto che si avvale di contoterzisti per le operazioni più importanti e complesse.

    Lascia un commento