• Perché lo Stato deve obbligare i cittadini ad andare dal notaio

    notaio massimo d'ambrosio stipula compravendita USAE obbligatorio andare dal medico per la ricetta e la diagnosi. E’ obbligatorio andare dall’ingegnere per costruire la vostra casa in cemento armato. E’ obbligatorio andare dall’avvocato per difendervi da una accusa ingiusta.
    Salute, vita, giustizia sono beni primari superiori alla vostra volontà, costituzionalmente garantiti, che lo Stato deve giustamente tutelare. Anche la proprietà privata lo è, costituzionalmente garantita come gli altri diritti. E solo il notaio è il professionista abilitato ed esperto che ve la protegge.
    Ma non solo, perché il notaio non è solo abilitato come tutti gli altri professionisti, ma è, unico, anche vincitore di un concorso pubblico come un dipendente delle poste o un commissario di P.S. Perché anche lo Stato ha bisogno di un suo funzionario che lo tuteli nel delicato momento del passaggio di una proprietà immobiliare. La certezza del diritto e la sicurezza dei traffici economici, la tutela contro la mafia e la criminalità organizzata, la riscossione delle imposte indirette e tanti altri compiti che il notaio svolge a pena di sanzioni severissime sono solo esempi di un sistema che si appoggia sul notaio nello sfascio della Pubblica Amministrazione.
    Una recente legge – ad esempio – ha obbligato i notai addirittura – pena gravi punizioni – a verificare la rispondenza tra visure ipotecarie e catastali, ed ora Renzi vuol far trasferire immobili difformi dalla realtà, abusivi o magari inesistenti, senza che nessuno controlli.
    Per le imposte indirette, non ci si lasci ingannare dalla recente modifica al ddl concorrenza che ha imposto l’obbligo ai nuovi certificatori di registrare l’atto. Le norme per essere valide devono contenere una sanzione adeguata. Il notaio viene sospeso dalla professione, radiato, se non registra o se registra con una somma inferiore. Il notaio risponde in proprio per due mesi dopo l’atto, caso mai l’Agenzia delle Entrate ci ripensasse e si inventasse qualche nuova tassa. Il tutto con un sistema di verifiche, ispezioni, accertamenti, da cui il notaio non può sfuggire. Nulla di tutto questo sui nuovi autenticatori.
    In realtà la liberalizzazione delle compravendite getta la proprietà privata nel rischio e nell’incertezza che colpirà duramente la già agonizzante industria dell’edilizia.

    Abbiate pazienza e ascoltate quello che vi dice il vostro notaio:

    notaio Massimo d’Ambrosio – Pescara

    [Voti: 4    Media Voto: 5/5]
    Perché lo Stato deve obbligare i cittadini ad andare dal notaio ultima modifica: 2015-04-18T21:54:43+00:00 da notaio



    Vuoi interpellare il notaio Massimo d'Ambrosio per un quesito personale?

    Accedi alla sezione quesiti



    Categoria: Notai e liberalizzazioni

    Tag:, , , , , , , , , , , ,

    Articolo precedente:

    Articolo Successivo:


    © Tutti i diritti sono riservati. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale dei contenuti inseriti nel presente blog, senza autorizzazione scritta del notaio Massimo d'Ambrosio.

    Lascia un commento